Escursione a Roghudi Vecchio

Domenica 19 Marzo Kalabria Experience vi porta alla scoperta di Roghudi Vecchio, un luogo che ha affascinato e continua ad affascinare tantissimi personaggi del mondo della letteratura e dell’arte.

Roghudi è paese abbandonato posto su un costone roccioso a 600mt s.l.m. proprio affacciato sulla fiumara dell’Amendolea, fu abbandonato tra gli anni ‘70-‘80 a causa di pesanti alluvioni verificatesi una nel 1971 e l’altra nel 1973) da quel momento il paese cominciò a trasferirsi verso la costa e subire di conseguenza una lenta agonia, entrando a far parte di quella moltitudine di “borghi fantasma” del Sud Italia.

Photo: Massimo Collini


La nostra Associazione propone un itinerario che consentirà a tutti di ammirarne la vera essenza di questo borgo abbandonato,  attraverso momenti di riflessione sui versi del grande scrittore contemporaneo Vito Teti  “il senso dei luoghi” che ha raccontato e descritto questo luogo dell’Aspromonte più antico. Proveremo ad affrontare i temi più importanti che legano gli episodi di abbandono urbano dei paesi e delle terre d’Aspromonte coniugando la nostra escursione ai grandi temi attuali che sono le potenzialità di attrazione turistica del territorio Aspromontano e non solo…

La giornata partecipa come sempre al contest fotografico Instagram promosso da @IGreggiocalabria e IG_calabria 0964.BIZ.

Per partecipare basta avere un profilo instagram e condividere le foto della giornata utilizzando l’Hashtag #ig_roghudi

 

ITINERARIO GENERALE:

L’appuntamento sarà a Bova Marina (Villetta Comunale), dopo le registrazioni si partirà alla volta di Roghudi via Campi di Bova (1.300mt) attraversando il suggestivo passo della Zita a 1.000mt di altitudine.

Prima di arrivare al borgo fantasma faremo sosta ad ammirare le splendide e misteriose “Caldaie del Latte e la Rocca del Drago” a cui sono legate delle antichissime leggende.

Caldaie del Latte (Ta Vrastarucia)
Rocca del Drago (Rocca Tu Traku)

Una volta ripartiti dalle “Caldaie del Latte”, ancora 15min in auto e arriveremo a Roghudi, dove parcheggeremo comodamente in uno spazio apposito.

Proseguiremo a piedi e silenziosamente per le vie del Borgo abbandonato assaporando la vera essenza di questo luogo che ancora respira, ancora ci parla e ci racconta la vita dei suoi abitanti.

Un tuffo nel passato, in un passato recente che ancora è possibile ammirare attraverso l’uscio di qualche casa, abbandonata in fretta, dove le cose di tutti i giorni impolverate ed ancora al suo posto ci caleranno in atmosfere d’altri tempi.

Il punto centrale del Borgo è la sua chiesetta dedicata a San Nicola posta al centro del paese, dove un pergolato di vite ci accoglierà in un atmosfera particolare.

Nel primissimo pomeriggio ripartiremo in auto verso Roccaforte del Greco (circa 20min), per ammirare il panorama dell’Aspromonte orientale a 360° dal borgo vecchio a 1.000mt d’altezza.

Faremo rientro nel tardo pomeriggio sulla SS106 dove ridiscenderemo verso Melito Porto Salvo

(Letture e testi della giornata: Massimo Collini, Vito Teti e Caterina Iriti)

Guide: Sebastiano Stranges, Massimo Collini, Rino Cardone

 

SCHEDA TECNICA ITINERARIO TURISTICO:

Escursione di tipo: T (Turistico)

Difficoltà: Facile

Dislivelli: nessuno

Lunghezza percorsi: brevi soste con lunghezze medie (50mt-200mt)

Condizioni percorso: Vicoli, stradine.

 

PROGRAMMA GENERALE:

08:00 Raduno presso Bova Marina (Villetta Comunale)

08:15 Partenza per Roghudi

Ore 09:30 Sosta alle Caldaie del Latte e Rocca del Drago

Ore 11:00 Arrivo a Roghudi Vecchio (visita al borgo)

Ore 13:30 Pausa pranzo (a sacco)

Ore 15:00 Partenza per Roccaforte

Ore 15:30 Visita borgo antico di Roccaforte del Greco

Ore 16:30 Partenza per il rientro a casa

Ore 17:30 arrivo a Melito Porto Salvo

(L’itinerario prevede circa 65KM complessivi in auto, consigliamo di far rifornimento di carburante a sufficienza)

 

MINI-TREKKING PER I PIU’ ESPERTI:

La nostra tappa prevede anche l’opportunità per i più allenati ed esperti di vivere un momento di grande emozione, la nostra proposta sarà quella di ridiscendere il borgo fino al letto della fiumara Amendolea per poi risalire poco più a monte zigzagando tra le strette vie che si inerpicano sul costone del promontorio.

Al termine del nostro anello ci ritroveremo anche con il resto del gruppo sempre nella piazzetta della chiesa dove consumeremo il nostro pranzo (a sacco).

 

(Guide: Nino Guarnaccia e Massimo Collini)

 

SCHEDA TECNICA TREKKING (Anello Roghudi):

Escursione di tipo: E (Escursionistico)

Difficoltà: Medio/ Facile

Dislivello medio: 150mt

Lunghezza percorso: Complessivamente  1.6km

Condizioni percorso: vicoli, sentieri sterrati, alveo fiumara.

 

PER PARTECIPARE:

Adesioni aperte per un massimo di 30 Partecipanti telefonando al numero: 347-0844564 entro e non oltre Venerdì 17 comunicando le proprie generalità e comunicando all’organizzazione l’itinerario desiderato che si intende effettuare.

Quota di partecipazione 5€ a testa (esclusi i bambini se accompagnati) 

IN OMAGGIO: Buono sconto 30% da spendere presso il punto vendita PlanetFire Caccia e Pesca di Ardore Marina su tutte le attrezzature da trekking AKU

 

COSA PORTARE:

Per il Trekking: Scarpe da trekking, indumenti di ricambio, K-way o giacca a vento, abbigliamento da montagna (meglio se a strati), scorta d’Acqua, pranzo a sacco , barrette energetiche.

Per l’itinerario turistico: Scarpe comode anche da ginnastica, indumenti adatti al periodo (meglio se a strati), scorta d’acqua per la giornata, pranzo a sacco.

 

E’ SEVERAMENTE VIETATO:

Entrare dentro le case, evitando solai e parti pericolanti, portare via oggetti, utensili o qualunque cosa dalle case abbandonate, allontanarsi dal gruppo se non si informa l’organizzazione.

Sconsigliamo di utilizzare automobili basse (tratti di strada accidentati) tra loc. Campi Bova – Roghudi)

L’USCITA NON PREVEDE FORMULE ASSICURATIVE CONTRO INFORTUNI, PERTANTO CHI PARTECIPA LO FA A TITOLO PERSONALE ESONERANDO L’ORGANIZZAZIONE DA OGNI EVENTUALE RESPONSABILITA’ CIVILE O PENALE.