Urban Trekking a San Giorgio Morgeto.

Domenica 26 Novembre Kalabria Experience propone un Urban Trekking nel fantastico borgo Medievale di San Giorgio Morgeto. Una giornata all’insegna della cultura, dell’arte Normanno-Bizantina e della riscoperta dei mestieri antichi che saprà regalarci senz’altro una visita davvero ricca di scorci interessanti, storie millenaria e tante altre curiosità da vedere, scoprire e fotografare.

All’interno  il Foto-Contest Instagram promosso da @IGreggiocalabria che come sempre ci affianca nelle nostre uscite culturali da ben due anni. Lo scopo sarà quello di cogliere i particolari di un borgo davvero suggestivo e caratteristico, allo scopo di promuoverne le sue bellezze e peculiarità nel mondo.
Le immagini scattate durante la giornata sarà possibile postarle sul proprio profilo Instagram utilizzando l’Hashtag #ig_sangiorgiomorgeto, gli scatti più belli verranno selezionasti e parteciperanno alla sfida dei Like, in premio una stampa dell’opera vincitrice che verrà consegnata al prossimo Instameet Mondiale #WWIM17 previsto per la prossima primavera a Gallicianò (RC). La partecipazione al contest è gratuita!

 

Cenni storici:

Le origini di San Giorgio Morgeto risalgono a tempi antichissimi. Il primo abitatore della Calabria sarebbe stato Aschenez, nipote di Jafet, figlio di Noè. Circa 850 anni prima della guerra di Troia, Enotrio e Paucezio avrebbero sconfitto gli Aschenazi scacciandoli dalla Calabria. Enotrio avrebbe regnato 71 anni lasciando come erede il figlio Enotrio-Italo, il cui regno sarebbe durato 50 anni e che avrebbe avuto come successore Morgete, il quale, per la consuetudine dei suoi predecessori, avrebbe cambiato il nome dell’Italia in quello di Morgezia. Fu in suo onore che venne fondata Morgeto dove egli veniva adorato come un Dio e da dove appariva in visione dalla sua sepoltura, ubicata nella parte più alta dell’abitazione, ai soli cittadini e non ai forestieri. Il nome Morgeto fu mutato in San Giorgio nel 1075, quando secondo la leggenda San Giorgio intercedette per salvare il paese mentre tutta la Calabria veniva messa a sacco dagli Agareni, dai Cretesi e dai Mori. San Giorgio crebbe molto in seguito alla distruzione della vicina città di Altano, poiché i suoi abitanti fuggirono qui dalla loro patria distrutta.

 

La Baronia

Ai primi del 1324 San Giorgio divenne una Baronia comprendente il feudo di Prateria, Polistena, Cinquefrondi, Anoia e Galatro.
Nel 1343 la Baronia di San Giorgio fu concessa in feudo dalla Regina Giovanna d’Angiò ad Antonio Caracciolo, insieme alla contea di Gerace.
Nel gennaio del 1458 la Baronia passò dalla famiglia dei Caracciolo a Marino Curreale di Sorrento e alla sua morte, nel 1501, a Giacomo Milano Alogno.
Questi nel 1503 dovette scappare in Francia a causa della vittoria degli spagnoli sui francesi. La Baronia fu quindi ottenuta, insieme al feudo di Terranova, da Consalvo de Cordova, che aveva sconfitto i francesi nei pressi di Seminara.
Baldassarre II° Milano si impegnò però per la riconquista della Baronia che nel 1568 passò di nuovo alla famiglia Milano nelle cui mani rimase fino al 1806 (anno in cui Giuseppe Bonaparte abolì il feudalesimo), anche se la famiglia trasferì  la propria sede nella vicina Polistena verso la fine del 600.
Nel 1783, sotto Giovanni III° Milano, San Giorgio fu sconvolta da un tremendo terremoto che provocò molti danni, per riparare ai quali, venne costituita la Cassa Sacra che avrebbe dovuto utilizzare le proprietà e le rendite della Chiesa e dei conventi.
Nel 1807 San Giorgio divenne Luogo, e nel 1811 fu elevato a Comune.
Dopo l’unità di Italia, nel 1864, il sindaco Giuseppe Bonini e i consiglieri decisero di aggiungere al nome di San Giorgio quello antico di Morgeto.
Nell’ottobre del 1922 venne costituito il fascismo e il primo podestà fu il Cav. Uff. Sigillò Eduardo nominato nel 1928, il cui successore fu il Cav. Uff. Giulio Verrini, podestà dal 1936 al 1939.
Caduto il fascismo venne nominato nel 19 febbraio 1944 l’avv. Correale Giuseppe, commissario prefettizio in sostituzione di Creazzo Giuseppe. 
Dopo la seconda guerra mondiale, gli abitanti chiamati a votare per il referendum, espressero la loro preferenza per la monarchia.

 

San Giorgio Morgeto oggi:

Oggi il territorio di San Giorgio Morgeto è uno dei più vasti della provincia di Reggio Calabria. Esso è costituito da 35 contrade rurali, tutte distanti dal centro storico. La popolazione attuale è di circa 3.500 abitanti. Caratteristiche sono le vie del centro storico che in un affascinante intreccio di tipiche scalinate e strette viuzze danno vita a estasianti escursioni che conducono in un passato ricco di cultura e magnificenza, grazie anche ai numerosi centri di culto, tra i quali spicca l’ex convento dei domenicani che fù importante centro di studi teologici e biblici e diede i voti e il nome di Tommaso (in onore di San Tommaso d’Aquino) al grande filosofo Campanella. Tra le tante curiosità da vedere a San Giorgio Morgeto ci sono:  la Fontana Monumentale, la Chiesa Matrice dell’Assunta e la Pietra Sacra, il cortile del palazzo nobiliare Fazzari del XVIII° sec; la via dei 70 scalini, il Passetto del Re – il vicolo più stretto d’Italia (40 cm)- la terrazza di Santa Barbara con vista panoramica in prossimità della statua dedicata alla Santa e martire della Chiesa cattolica.

 

Scheda tecnica:

Difficoltà: T (turistico) Facile
Percorso: circa 2km (A/R) tra i vicoli del borgo
Dislivelli: variabili e irrisori
Adatta ai bambini: Si (se accompagnati)

 

Programma:

Ore 07:15 Partenza Bus da San Lorenzo Marina (piazza della chiesa)
Ore 08:50 circa  Partenza Bus da Locri (Svincolo Ospedale) distributore Esso
Ore 09:30circa Arrivo a San Giorgio Morgeto (visita centro storico, vicoli, chiese, piazze, fontane e Castello)
Ore 12:30circa Pausa  pranzo (a sacco) presso il largo castello.
Ore 14:30 visita centro storico (botteghe artigiane)
Ore 16:00 Partenza per il rientro.
Ore 19:00 Circa arrivo a San Lorenzo Marina

* (il programma potrà subire delle modifiche o delle variazioni, attendersi sempre alle disposizioni degli organizzatori).

 

Come Partecipare:

Basta prenotarsi entro Venerdì 24 Novembre al numero: 347-0844564 fornendo i propri dati anagrafici (nome e cognome) confermando la propria adesione al responsabile dell’uscita. Non sono accettati (sms o messaggi sulla pagina facebook).

 

Cosa Portare:

Abbigliamento comodo adatto alla stagione, pranzo a sacco (da portarsi dietro), cappellino, macchina fotografica, acqua (1lt), k-way, impermeabile (se serve).

 

IMPORTANTE:

  • E’ prevista una piccola quota di partecipazione di 7€ a sostegno delle attività promosse da Kalabria Experience (per i soci il contributo previsto è di 3€).
  • Sono esclusi dalle quote i minori di 14 anni.
  • E’ possibile prenotare un posto nel mini-bus organizzato, con partenza da S. Lorenzo Marina (via Jonica SS106) al costo di 23€ (solo 16 posti disponibili) – la quota può variare se si è in numero inferiore-
  • Ognuno partecipa volontariamente esonerando l’organizzazione da ogni eventuale responsabilità derivante da infortuni nel corso della giornata.
  • LA VISITA SARA’ CONDOTTA CURATA DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE “EDUKARE” DI SAN GIORGIO MORGETO CON UNA GUIDA STORICA A DISPOSIZIONE DEL GRUPPO.

*Le quote sono da versare direttamente al momento dell’appuntamento/incontro.